fbpx

L’appello di Mecozzi: “Salvate la Marina”

“Salvate la Marina. Otto mesi sono bastati per ridurre la parte più bella della città ad uno stato indecoroso. Il verde è in completo abbandono, le palme sono sempre più avvizzite e le aiole abbandonate a se stesse”. E’ l’appello lanciato dal consigliere comunale della Lista Tidei Mirko Mecozzi che denuncia la situazione di totale degrado della spiaggia e del lungomare cittadino.

Il degrado – “I tombini che  hanno ceduto per eccessivi carichi restano pericolanti  per mesi malgrado le decine di segnalazioni, ed i concreti rischi per i passanti, specie per i bambini. I marmi sono ormai divelti in più punti. Finiscono sul molo e lì restano lì per settimane e settimane. La pavimentazione porta ancora i segni di qualche mercatino che ha versato olio di risulta e altre sostanze contaminanti. I bagni sono chiusi e transennati. La fontana e le sue luci colorate sono solo un ricordo. Le pompe hanno smesso di far zampillare acqua e le luci… restano al buio. Anche lì solo tombini divelti ed abbandono. Poco più in là c’era una volta la statua del bacio, rapita in una notte con la complicità di questa Amministrazione distratta, senza preavviso e senza nessun tentativo di trattenerla. E per finire la spiaggia che non esiste più. Come non esistono le barriere soffolte che avrebbero dovuto essere nel frattempo posizionate sul fondo marino per proteggere le opere dalle mareggiate. Almeno questi erano gli accordi con l’Autorità Portuale. Ma nessuno se ne è più occupato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *