fbpx

Manuedda: “Raccolta differenziata porta a porta entro il 2016”

Raccolta differenziata porta a porta su tutta la città entro il 2016. E’ l’obiettivo dell’assessore all’ambiente Alessandro Manuedda che ieri ha incontrato i tecnici della Provincia di Roma per definire le fasi operative per l’ampliamento del servizio. Il comune ha proposto delle modifiche al progetto approvato nel 2013 per inserire nella campagna di comunicazione anche i quartieri di Aurelia, Boccelle e Cappuccini, ed ha chiesto un nuovo contributo di 600mila euro alla Provincia per perfezionare ulteriormente il progetto.

Porta a porta. “Il Comune – ha spiegato l’assessore Manuedda – provvederà al bando di gara per l’acquisto dei mezzi e dei materiali necessari per il definitivo passaggio al sistema di raccolta “porta a porta”. Si tratta dell’aspetto più complesso dal punto di vista economico ed è il nodo che finora non ha consentito l’attivazione delle procedure di gara. Come chiarito nei mesi scorsi, infatti, i fondi accordati a Civitavecchia dalla Provincia, circa due milioni di euro, costituiscono un contributo e, quindi, non coprono integralmente la cifra necessaria per l’acquisto dei mezzi e delle attrezzature. La quota del Comune, di circa un milione e trecentomila euro, non era prevista nel bilancio approvato dal Commissario Santoriello. Abbiamo proposto l’inserimento nel bilancio 2015 dei fondi necessari e solo dopo l’approvazione da parte del Consiglio Comunale si potrà procedere con la gara”.

Nuovo contributo. “In ogni caso, già nello scorso dicembre abbiamo inoltrato alla Provincia la richiesta di un ulteriore contributo di seicentomila euro per l’introduzione di alcune innovazioni tecnologiche tese a perfezionare il progetto; richiesta ribadita anche nell’incontro di ieri, dove si è concordata anche l’attivazione di una campagna, anche questa inizialmente non prevista, per il compostaggio domestico dei rifiuti organici, con incentivi in tariffa per i cittadini che intendessero aderire a questa buona pratica”.

Copertura capillare della città. “L’obiettivo rimane la copertura dell’intera città con la raccolta differenziata “porta a porta” entro il 2016. Ricordo, infatti, che il progetto prevede l’estensione progressiva del nuovo sistema di raccolta attraverso sei zone, ovvero San Liborio, San Gordiano, Campo dell’Oro – Borgo Odescalchi, Cisterna Faro, Centro 2 e Centro 1, che saranno attivate, con intervalli di due mesi, a partire dall’effettuazione dell’ordine dei mezzi e dei materiali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *