fbpx

Mari e Frascarelli: “A Civitavecchia servizio idrico da terzo mondo”

“Civitavecchia è ridotta ad un paese da terzo mondo, rassegnato e senza speranza”. E’ la fotografia del servizi idrico dei vice coordinatori di Forza Italia Emanuela Mari e Giancarlo Frascarelli che hanno raccolto la rabbia e l’esasperazione dei cittadini per la cronica assenza di acqua nelle case. Un problema che quest’anno si è manifestato già prima dell’arrivo dell’estate. Per gli azzurri sono evidenti le responsabilità del M5S.

Città allo sbando. “Dopo tre anni l’amministrazione Cozzolino nonostante i tanti proclami non ha ancora combinato nulla di concreto. Le bollette però arrivano ed anche salate, un mc d’acqua costa quanto in litro di vino. Ma in questa città ormai allo sbando – aggiungono Mari e Frascarelli – tutto rientra nella normalità. Normalità di chi continua a sedere su una poltrona riscaldandola senza minimamente curarsi di chi da tre giorni consecutivi non riesce nemmeno a lavarsi oltre a non poter cucinare e fare lavatrici. Dal Comune neanche una comunicazione istituzionale che dici stiamo risolvendo il problema, scusateci nulla il silenzio più assordante. Dopo non aver fatto nulla, Il loro unico dibattito è sul passaggio ad Acea Ato 2, ed intanto i cittadini si ritrovano all’inizio della stagione estiva già a secco. Aspettando l’ennesima piccola e triste replica di un amministrazione morente vi anticipiamo sin d’ora che non accettiamo lezioni da chi in tre anni di mandato non è riuscito a portare neanche un bicchiere d’acqua nelle case dei civitavecchiesi”.