fbpx

Marietta Tidei chiede a Cozzolino di rinviare il voto sul nuovo tariffario di Port Mobility

Rinviare il voto di lunedì al comitato portuale, sul nuovo piano tariffario dei servizi offerti da Port Mobility, è quello che chiede l’on. Marietta Tidei al sindaco Antonio Cozzolino.

Il piano in studio. In una lettera al sindaco di Civitavecchia, la deputata del Partito Democratico ricorda che Port Mobilty ha già una convenzione con l’Autorità Portuale di 6.5 milioni di euro annui. “Dalle cose che ho potuto apprendere si tratta di un piano di circa 12 milioni di euro, che prevede servizi di gestione di parcheggi, trasporti, segnaletica orizzontale e verticale e tanti altri servizi. Il corrispettivo proposto è pari euro 6,70×1.750.000 (1.400.000 passeggeri linee ro-ro + 350.000 crocieristi calcolati forfettariamente come teorici utilizzatori dei servizi): il totale del corrispettivo annuo ammonta a 11.725.000 di euro all’anno”. Data l’importanza della vicena l’on. Tidei chiede di rimandare la decisione dato che si tratta di un piano assolutamente importante dal punto di vista economico. “Pur non condividendo l’attuale gestione
dell’Autorità portuale, sono tra quelli che si augurano che la sinergia tra porto e Comune prenda finalmente forma. Rispetto il fatto che a differenza mia, Lei, sindaco, – attacca l’onorevole – condivide i metodi di gestione della cosa pubblica posti in essere dall’attuale presidenza.

Il rinvio. “Le chiedo di proporre un rinvio del voto per approfondire meglio il meccanismo di formazione delle tariffe e la congruità dei prezzi dei servizi offerti. In questo arco temporale di sospensione sarebbe molto opportuno valutare la possibilità che alcuni di questi servizi, attualmente svolti da un privato, venissero svolti dalle aziende comunali, che attualmente si trovano in gravissime condizioni. Per le aziende comunali si tratterebbe di una boccata d’ossigeno di assoluto rilievo con beneficio per l’intera collettività che, pur ricevendo dei servizi come acqua, igiene urbana e trasporti, decisamente scadenti, è costretta a pagare tariffe altissime”spiega Marietta Tidei, secondo la quale in questo rinvio sarebbe un buon banco di prova della nuova sinergia tra Comune e Authority.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *