fbpx

Matrice anarchica dietro l’esplosione al Tribunale

“Riconosciamo bene i nemici della libertà, non possiamo sopportare la rassegnazione e la tolleranza di chi è ogni giorno disposto a cedere un pezzo della propria vita. Abbiamo chiaro in mente che l’unica anarchia realizzabile è quella che viviamo quando ci libriamo di ogni gioco e decidiamo di attaccare il dominio. Stanotte questo seme l’abbiamo piantato sottoforma di ordigno esplosivo in uno dei luoghi chiave sparsi nel territorio della repressione statale: il tribunale di Civitavecchia. Noi la nostra libertà abbiamo deciso di prendercela.”

Le indagini. Con un comunicato pubblicato su un sito internet un gruppo anarchico ha rivendicato l’azione incendiaria avvenuta nella notte del 12 gennaio scorso all’esterno del tribunale cittadino. Il comunicato è ora al vaglio degli uomini della Polizia di Stato, intervenuti la notte dell’esplosione. Secondo indiscrezione potrebbero esserci collegamenti tra il lancio della molotov avvenuto lunedì scorso contro la caserma dei carabinieri e quanto accaduto a via dell’Immacolata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *