fbpx

Mercato Europeo a Civitavecchia promosso a pieni voti

Curiosi locali e forestieri per un flusso di gente davvero significativo. Grande partecipazione al Mercato Europeo del Commercio Ambulante, il “Mini Expo” che con oltre 100 stand è approdato a Civitavecchia con l’intento di far conoscere, scoprire e interagire diverse culture con i loro prodotti tipici e caratteristici. Anche se la pubblicizzazione dell’evento ha lasciato a desierare e molti visitatori sono venuti a conoscenza della manifestazione tramite il passaparola o il social network Facebook, Piazza della Vita è stata letteralmente inondata dai visitatori che dal mattino fino a notte inoltrata hanno potuto gustare, assaporare e ritrovare specialità, enogastronomiche e non, italiane europee ed extraeuropee. Molti infatti gli spazi dedicati alla gastronomia, spazi che i visitatori hanno decisamente apprezzato, intasando quasi la maggior parte degli espositori.

Commenti positivi. La manifestazione, organizzata da FVA-Confcommercio con il patrocinio del comune di Civitavecchia, ha indiscutibilmente spopolato in città, con picchi di massima affluenza soprattutto durante le ore serali, come confermato anche dai venditori. Sicuramente una manifestazione interessante e coinvolgente che ha suscitato commenti positivi da parte di chi vi ha partecipato.

marinsa2

Il giro del mondo. Dalla cucina brasiliana a quella argentina, da quella toscana a quella sarda. Dall’oggettistica “british” a quella russa. Un insieme di culture che si sono intrecciate nella nostra città e che hanno saputo intrattenerci in questi tre giorni. Un’esperienza sensoriale che ha coinvolto non solo civitavecchiesi, ma anche cittadini di realtà limitrofe, turisti e crocieristi, che hanno trovato alla Marina la possibilità di fare un viaggio attorno al mondo, il tutto nella cornice della neo-ribattezzata Piazza della Vita, affiancata dalla storica e culturale presenza del Forte Michelangelo.

Lamentele. Le condizioni in cui versa la Marina però hanno determinato non poche polemiche. La pavimentazione risulta danneggiata e sporca, per non parlare dei rifiuti che sono stati lasciati prima e dopo la tre giorni della manifestazione.

di Claudia Barbara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *