fbpx

Nuoto, Lestingi non muore mai. Dopo l’argento ecco l’oro a Massarosa

Per Damiano Lestingi la stagione inizia alla grande con un secondo posto nei 100 dorso, terminando la gara con il tempo di 51”87 e con l’oro nei 200. La partecipazione al trofeo Mussi-Lombardi-Femiano di Massarosa era importante, poiché è l’ ultimo test valido per il conseguimento dei tempi limite di partecipazione ai campionati mondiali.

Kermesse importante. Si tratta della 40^ edizione di un trofeo internazionale, che si svolge in tre giornate: le prime due, ossia 18 e 19 novembre, sono riservate agli “Assoluti”, mentre la terza, quella del 20 novembre, è riservata ai “Giovani” (atleti della categoria “esordienti A”), ai “Ragazzi” e “Juniores”. Damiano stamattina avrebbe dovuto gareggiare nei 200 stile libero, gara a cui non ha preso parte, forse per non gravare sulle condizioni fisiche in vista del pomeriggio, quando è sceso nuovamente in vasca per il 200 dorso, sfida su cui sia atleta che allenatore, Fabio De Santis, miravano ad ottenere un ottimo tempo. Un Lestingi ritrovato in questa gara ha spazzato via la concorrenza, portando a casa il primo posto con il crono di 1′.53.39, settima prestazione personale di sempre. Al trofeo partecipano anche altri campioni come Filippo Magnini, che ha dominato la vasca durante i 200 stile libero in 1’44”60, ma anche Simona Quadarella (CC Aniene) e Fabio Scozzoli (Esercito/Imolanuoto) che si è aggiudicato i 100 rana in 57”89.