fbpx

PalaMercuri, una polemica infinita. Pd: “L’anomalia è chiarissima”

Non si arresta la polemica relativa al PalaMercuri. Dopo il chiarimento dell’amministrazione comunale, il Pd torna a rilevare l’anomalia regolamentare sull’assenza di bando pubblico. Il Partito Democratico, attraverso una nota redatta dai consiglieri comunali Marco Piendibene, Rita Stella e Marco Di Gennaro parla anche di corsia preferenziale per l’associazione Cv Skating. Ecco il comunicato integrale.

Favoritismo. “In merito alla “querelle PalaMercuri” prendiamo atto della risposta a mezzo stampa dell’Amministrazione Comunale che, evidentemente toccata su un nervo scoperto, finge di ignorare il problema che noi nella nostra interrogazione avevamo elegantemente solo sfiorato. Ed allora cerchiamo di essere più diretti nel denunciare un favoritismo che risulta ancor più evidente allorché perpetrato da chi si professa, a parole, paladino della legalità e fustigatore delle clientele.

Bando necessario. L’anomalia da noi denunciata è chiarissima: il regolamento per gli impianti sportivi comunali, introdotto dal Commissario Straordinario, recita che ogni intervento di miglioria o manutenzione sugli impianti sportivi comunali può essere autorizzato dall’Amministrazione esclusivamente al concessionario dell’impianto stesso, individuato con bando pubblico.

Corsia preferenziale. Sui quotidiani locali è apparsa la notizia che una società sportiva di hockey è stata autorizzata a realizzare lavori di miglioria nell’impianto di Fiumaretta con il nulla osta dell’Amministrazione senza che questa società abbia vinto alcun bando pubblico e dunque, inevitabilmente, si prefigura una corsia preferenziale nella futura aggiudicazione dell’impianto in questione.

Conflitto d’interesse? Infine ci pare rilevante segnalare che uno dei più attivi dirigenti, nonché valente atleta della società sportiva di hockey in questione, è anche il segretario di fiducia del Sindaco in quanto assunto come articolo 90 dalla giunta 5 stelle. Per chi avesse male interpretato la nostra interrogazione aggiungiamo che nessuno ha mai pensato che i lavori fossero già iniziati. Abbiamo bensì voluto segnalare che un quotidiano ha dato la notizia con tanto di foto di archivio dei mezzi meccanici all’interno dell’impianto e con altra foto del dirigente sportivo assunto dal Sindaco. Evidentemente chi ha redatto l’articolo voleva enfatizzare un attivismo prossimo a venire. Inoltre chiedere di “valutare se revocare” il regolamento del Commissario non significa chiedere di revocare bensì voler capire se l’imbarazzo dell’Amministrazione Comunale è tale da portare a calpestare i principi tanto declamati in campagna elettorale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *