fbpx

Perdite Hcs, la segreteria PD: “Subito le dimissioni di Cozzolino e Micchi”

La segreteria del Partito Democratico ha chiesto le immediate dimissioni del sindaco Cozzolino e del liquidatore Micchi alla luce della perdita di 5.7 milioni della sola Hcs nel 2014. “E’ meglio per loro, è meglio per Civitavecchia. La notizia del disastro della gestione delle società comunali nel 2014 ce la aspettavamo visto il totale disastro della Giunta 5 Stelle. Non ci attendevamo però una dimensione del danno così estesa. Nel 2014 – visto che i 5 stelle fanno finta di niente – la Giunta era 5 stelle. Tanto per capirci – afferma il PD – nel 2013, la Giunta Tidei aveva chiuso la gestione di HCS, come per Ippocrate, praticamente in pareggio”.

Disastro a 5 stelle. “Così il 2014, ci ha regalato 5 mesi di Commissario e 7 mesi di 5 stelle, il risultato?– 5,7 mln di euro per la sola HCS. Mentre le altre tre società del gruppo (Ippocrate, Argo e Città pulita) perdono altri 2 milioni di euro. Sembra inoltre che la semestrale (primi sei mesi 2015 – tutti sotto la responsabilità 5 stelle) siano ancora peggio. Insomma i 5 stelle, in 14 mesi, hanno vanificato il prodigioso risanamento Tidei e ci hanno riportato agli stessi livelli del disastro Moscherini-Monti”.

Costo del personale. Il Partito Democratico contesta alla giunta Cozzolino tutta una serie di errori, a partire dal costo del personale che è tornato a crescere, e ai mancati prepensionamenti. “Il costo del personale, ridotto del 30% da Tidei (da 15 a 12 mln di euro) è ripreso a crescere e non si manda in pensione, neanche chi ha superato l’età massima lavorabile. Come fa in Ippocrate ad essere dipendente una signora di 67 anni – si chiede il PD -, quando la pensione per le donne si consegue a 63 anni e 9 mesi ? Questo è solo un piccolissimo esempi”.

Mancati ricavi. “I ricavi sono da profondo rosso. Ci diceva un dipendente che al Parcheggio Isonzo si perdono 1.000 euro al giorno perché non tutti pagano. Occorre cambiare le sbarre di accesso. Costo delle sbarre? 900 euro. Qualcuno dovrà spiegare al superliquidatore ed al superSindaco, che se si spendono 900 euro e se ne incassano 1.000 al giorno, dal secondo giorno in quello che si incassa, rappresenta tutto utile per la HCS”.

Megaliquidatore. “D’altra parte il Sindaco ed il superliquidatore ci hanno spiegato che se mandano in pensione i 30 ultrasessantenni e si smette di pagarli, la società spende di più siamo alla follia più totale. Intanto il mega-liquidatore pagato in base a indicazioni personali del Sindaco – senza nessun riscontro nei verbali di assemblea – sarà quasi quaranta giorni in ferie in una delle località più esclusive. Complimenti ! Con 130.000,00 che gli danno i civitavecchiesi, lui si che se lo può permettere. I civitavecchiesi intanto aspettano di vedere il frutto di questi compensi stratosferici. Fino adesso abbiamo visto solo altri 10 milioni (o giù di lì) dei civitavecchiesi buttati dalla finestra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *