fbpx

Presidio dei lavoratori Csl alla Conad: “Vogliamo rispetto”

Una trentina di lavoratori davanti alla sede della Conad Centro Distribuzione, sita in zona industriale. Si è tenuto ieri pomeriggio il presidio da parte dei lavoratori della Csl, i quali lamentano, nei confronti di Csl, la diminuzione delle ore di lavoro, i continui spostamenti di reparto e la dequalificazione professionale, oltre a carichi di lavoro troppo pesanti in relazione alla retribuzione.

Protesta e posizioni. “Dal 24 aprile è stato proclamato lo stato di agitazione – afferma Stefano Rosignani della UIltucs Roma e Lazio – mentre oggi (ieri, ndc) i lavoratori sono in sciopero. Sul tema della sicurezza sul posto di lavoro c’è un problema importante, anche perché la produttività del nostro sito è elevatissima”. La replica dell’azienda non si è fatta attendere: “I motivi del presidio? Sono davvero incomprensibili – afferma il presidente di Csl Vitaliano Villotti – voglio soltanto precisare che in organico abbiamo 168 lavoratori e che a protestare erano una ventina circa, di cui io ne conosco solo tredici. Forse qualcuno sta dando dei consigli sbagliati a queste persone”.