fbpx

Privilege, Fiom e Cgil: “No alla ripresa del cantiere senza certezze sui finanziamenti”

La Fiom e la Cgil sono contrari alla riapertura del cantiere Privilege ed hanno chiesto un nuovo ed urgente incontro al sindaco Cozzolino e al presidente dell’Autorità Portuale Monti. I segretari territoriali Fabio Palmieri e Cesare Caiazza hanno espresso nuovamente tutte le loro perplessità e ritengono che non possa essere avallata la ripresa delle attività senza avere certezze rispetto alla copertura economica per i lavori già svolti e per quelli da svolgere.

Nessun impegno concreto. “Non ci fidiamo – hanno spiegato – delle semplici promesse contenute nel cronoprogramma presentato nell’ultima riunione del Comitato Portuale. Non vi è traccia di impegni concreti per il vero atto propedeutico alla ripresa dei lavori, il pagamento dei debiti pregressi nei confronti di tutte le ditte creditrici. Ricordiamo che in tutte le riunioni alle quali abbiamo partecipato, in tutte le sedi, la Privilege ha sempre parlato di imminenti finanziamenti con i quali, come primo atto per la ripresa dei lavori, si sarebbe dovuto saldare i debiti pregressi. Siamo invece nella paradossale condizione nella quale non vi è contezza nemmeno del pagamento dei nuovi lavori, che dovrebbero iniziare a breve, per la messa in sicurezza del cantiere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *