fbpx

Rapina un connazionale, la Polizia individua e rintraccia un 35enne rumeno

Nella tarda mattinata di ieri, al termine di serrate indagini condotte dagli agenti del Commissariato di Civitavecchia, è stato individuato e sottoposto a fermo un 35enne di origini rumene, responsabile la sera precedente della rapina del telefono cellulare ai danni di un connazionale.

Cronaca. Nella serata di giovedì un cittadino rumeno denunciava in Commissariato di essere stato vittima di una rapina, in pieno centro cittadino, da parte di un connazionale che, poco prima, dopo aver pesantemente minacciato sia lui che la propria famiglia, gli aveva sottratto il telefono cellulare, dandosi poi a precipitosa fuga. Sulla scorta delle indicazioni fornite in sede di denuncia, gli uomini della squadra. attivavano tempestivamente le indagini e, in mattinata, presso la zona industriale, venivano fermati e sottoposti a controllo una donna ed un uomo di origini rumene, quest’ultimo corrispondente alla descrizione fornita dalla vittima. Durante le verifiche, la giovane, di anni 20, denotava particolare nervosismo, tentando di occultare sotto la maglia un oggetto, poi rivelatosi essere il telefonino rapinato la sera prima.

Sviluppi. Gli approfondimenti investigativi, consistenti anche nel riconoscimento da parte della vittima, consentivano di formulare inequivocabili elementi di responsabilità a carico del 35enne fermato il quale, essendo senza fissa dimora ed occupazione, sussistendo il fondato pericolo di fuga, stante la trascorsa flagranza, veniva sottoposto al Fermo di Indiziato di delitto, con tempestiva comunicazione all’A.G. che ne disponeva la traduzione, in stato di detenzione ordinaria, presso la locale Casa Circondariale. La donna, altresì, è stata indagata in stato di libertà per rispondere della ricettazione del telefono cellulare rapinato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *