fbpx

Ricercato in tutta Europa per sequestro di persona: arrestato alla stazione

Era riuscito a sottrarsi alla cattura da oltre due anni ma la sua fuga è terminata ieri mattina nella stazione ferroviaria di Civitavecchia, dove H. G., romeno di 30 anni, è stato rintracciato e tratto in arresto in esecuzione di un Mandato di Arresto Europeo, emesso alla fine del 2014 dal Tribunale di Norimberga (Germania) perché ritenuto responsabile di sequestro di persona e lesioni aggravate nell’ambito di una indagine relativa allo sfruttamento della prostituzione.

Errore nel mandato di arresto. L’uomo ha vissuto in Italia per circa due anni, durante i quali si è reso responsabile di reati contro il patrimonio, ed era sfuggito alla cattura grazie ad un errore dell’anno di nascita indicato sul provvedimento restrittivo. Tale circostanza è stata scoperta dal personale della Sottosezione di Polizia Ferroviaria di Civitavecchia che, nel corso degli accertamenti si è accorto che risultava da ricercare una persona con dati identificativi simili a quelli dell’arrestato, richiedendo, perciò, ulteriori approfondimenti presso le Autorità di Polizia della Germania e della Romania.

Estradizione. La tenacia è stata premiata quando la Polizia tedesca ha confermato che si trattava della stessa persona alla quale è stato, perciò, notificato il provvedimento di cattura, associandola, al termine delle formalità di Legge, al carcere di Borgata Aurelia a disposizione della Corte di Appello di Roma, competente a decidere sulla richiesta di estradizione.