fbpx

Riduzione emissioni navi, accordo ancora lontano

Incontro interlocutorio in commissione ambiente sul delicato tema della riduzione delle emissioni dei fumi delle navi. Ieri mattina si è tenuta una riunione al Pincio che ha visto un’ampia partecipazione, con la presenza di amministrazione comunale, armatori, Autorità Portuale, Capitaneria e i rappresentanti delle associazioni di categoria Clia, Confitarma e Fedarlinea. Non c’è ancora un accordo condiviso tra tutte le parti in causa ma c’è la volontà comune di venire incontro alle richieste del Comune per l’abbassamento delle concentrazioni di inquinanti nell’atmosfera attraverso l’utilizzo di combustibili senza zolfo.

Grande partecipazione. “Si è discussione principalmente gli aspetti tecnici relativi all’adozione di impegni che vadano nella direzione di mitigare l’impatto del traffico navale sulla qualità dell’aria. La grande partecipazione – afferma il presidente della commissione ambiente Dario Menditto – denota indiscutibilmente un grande interesse nell’affrontare la problematica, la cui importanza ovviamente non può essere negata da nessuno”.

Combustibili senza zolfo. “Agli interlocutori è stata fornita una bozza di accordo che tra le altre cose prevede l’impiego di combustibili senza zolfo in navigazione e manovra all’interno del porto, come è già d’obbligo in fase di ormeggio e la riduzione della velocità già a diverse miglia di distanza dal Porto, impegni che, come supportato da una nutrita letteratura scientifica, consentirebbero un abbassamento delle concentrazioni di inquinanti in atmosfera”.

Divergenze superabili. “I rappresentanti delle Compagnie hanno accolto positivamente le proposte, ma hanno sollevato dei dubbi e delle perplessità a mio avviso fondati, ma superabili, come è avvenuto in altri porti italiani e non. Ho invitato quindi ad inviarmi nel più breve tempo possibile tutte le osservazioni tecniche in forma scritta, per poter valutarle e poi convocare un’altra seduta della Commissione Ambiente nel corso della quale tirare le somme. Sono convinto che con impegno e buona volontà da parte di tutti si possa giungere ad un accordo che sia il più possibile vantaggioso per la tutela dell’ambiente e la salute dei cittadini”.

Azioni di contrasto all’inquinamento. “I lavori della commissione – prosegue Menditto – hanno poi spaziato anche su altri temi sempre legati alla mitigazione dell’inquinamento navale, come ad esempio l’impiego di Gas Naturale Liquefatto, che, se è vero che rappresenterebbe un progresso di non poco conto, è ancora lontano dal realizzarsi, per problemi di approvvigionamento e distribuzione. Ancora diverso è il discorso della realizzazione dei collegamenti elettrici in banchina, imposta da diversi decreti ministeriali già dal lontano 1997 e poi rimasta lettera morta nel totale disinteresse di un inadempiente Ministero dell’Ambiente. Da quando si è insediata, l’Amministrazione Comunale sta sollecitando il Ministero affinché assuma una posizione meno ambigua sulla questione ed agisca di conseguenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *