fbpx

Rifiuti della Capitale a Civitavecchia? Tidei e Angeloni: “Vogliamo chiarezza”

“Raggi chiama e Cozzolino risponde “Obbedisco” smaltendo i rifiuti di Roma qua a Civitavecchia per rifarsi una credibilità con Grillo”. Così Pietro Tidei e Fabio Angeloni commentano le notizie che in queste ore si moltiplicano attorno alle possibili soluzioni della crisi dei rifiuti a Roma e che non lasciano tranquilli gli abitanti dei territori a nord della capitale.

Pd all’attacco. A preoccupare Tidei e Angeloni è soprattutto il silenzio che circonda la vicenda a Civitavecchia.  “I piani di battaglia della Raggi sono già stati trasmessi a Cozzolino – spiega Fabio Angeloni – per ammissione di Matteo Manunta,  il grillino Delegato all’Ambiente della Città metropolitana”.  Proprio il suo Dipartimento ha inviato infatti anche a Cozzolino una la planimetria che indica i possibili siti della discarica sul nostro territorio.  “Vogliamo vedere quei piani, Cozzolino e la Giunta devono parlare chiaro” incalza Tidei, mentre per Angeloni “Sarebbe importante che la presidente Riccetti intervenisse subito portando questo argomento fuori dall’ombra”. “Qual è stata la risposta di Cozzolino, se c’è stata? Cosa contengono questi piani? Quali sono i possibili siti indicati? Riaffiora l’ipotesi-Alemanno dei rifiuti al Centro Chimico come sta accadendo per Pizzo del Prete a Torrimpietra?” incalza Pietro Tidei che subito dopo fa notare: “Su questa vicenda Ladispoli, Cerveteri, Fiumicino sono in fermento, mentre a Civitavecchia tutto tace da parte della giunta del M5S. Ed invece è opportuno che Cozzolino si coordini,  con Tolfa, Allumiere e gli altri Comuni per una strategia efficace che tenga i rifiuti di Roma a Roma”.