fbpx

Rugby, le assenze e un avvio da incubo costano il ko dei Saraceni con il Tuscia

Le assenze e un primo tempo orribile condannano i Saraceni alla sconfitta per 25-19 contro il Tuscia. A Civita Castellana i neroverdi hanno giocato bene nella seconda metà di gara, nella penultima giornata della C2 girone A, durante la quale sono riusciti a segnare tre mete, rischiando persino di ribaltare il punteggio nel finale. La partita degli uomini di Alessandro Mameli non era nemmeno iniziata male, visto che in almeno un paio di occasioni l’ovale è quasi arrivato a destinazione. E questo nonostante la rinuncia forzata ad Alessio Vallerga, Marco Balbi e quelle improvvise di Matteo Schinardi e Michael Mazzarini.

Inizio da incubo. In tre situazioni però i civitavecchiesi sono stati poco reattivi così i viterbesi ne hanno approfittato, segnando due volte (una trasformazione) e piazzando un calcio (15-0). Accenno di risveglio ad inizio ripresa con la segnatura sotto i pali del mediano di mischia Diego Lazzerini, cui però fanno seguito un calcio e un meta trasformata del Tuscia.

Reazione nel finale. Poi solo Saraceni fino alla fine. Grande azione del flanker Stefan Bulache che serve un assist perfetto al tallonatore Marco Giacomozzi che in slow motion segna e l’apertura Stefano Giannini trasforma. Persa la partita rimane da giocare per l’orgoglio e per il punto di bonus difensivo. Una serie di cariche degli avanti portano capitan Alessio Moretti a segnare per il 25-19 conclusivo. In classifica i neroverdi salgono a 15 punti pur rimanendo penultimi. Domenica prossima ultima tappa del cammino 2014/2015 dei Saraceni: al Riccucci arriverà la capolista Roma Urbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *