fbpx

Santa Marinella, celebrata questa mattina la giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Il Sindaco Roberto Bacheca ha presenziato questa mattina, insieme al Comandante del Corpo di Polizia Locale Magg. Mario Adinolfi, alla cerimonia del 4 Novembre, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. All’evento, che si è svolto presso il Monumento dei Caduti in Piazza Unità d’Italia, erano presenti tutte le associazioni di volontariato della città e le rappresentanze delle Forze dell’Ordine. Il momento di preghiera, in ricordo dei caduti di tutte le guerre è stato celebrato dal Parroco Don Stefano della Parrocchia di Sant’Angela Merici. L’inno di Mameli e l’alzabandiera hanno dato inizio alla cerimonia. Il Sindaco ha così deposto una corona d’alloro, accompagnato dal Comandante Adinolfi.

img_9692

L’intervento di Bacheca. “Il nostro ricordo – ha affermato il Sindaco – va ai concittadini caduti per difendere la nostra Patria, per difendere un’ideale. E tutti indistintamente vanno onorati per il loro coraggio, il loro sacrificio. Spero che le nuove generazioni siano consapevoli del fatto che centinaia di uomini e donne hanno dato la propria vita per consegnarci oggi un Paese democratico e libero. Anche Santa Marinella, purtroppo, ha pagato un caro prezzo in termini di vite umane, con i suoi cittadini caduti al quale è stato dedicato questo monumento. Allo stesso tempo il pensiero corre ai nostri soldati impegnati in missione di pace all’estero, che portano alto ogni giorno il nome della nostra Italia. Combattono il terrorismo ed allo stesso tempo fanno opera di ricostruzione di Paesi privi di libertà, di democrazia, di pace. Il terrorismo è la malattia del nuovo millennio che stiamo combattendo con tutte le nostre forze. Il nostro sentito ringraziamento e la nostra vicinanza va alle Forze dell’Ordine e alle associazioni di Protezione Civile per l’impegno quotidiano nei confronti di tutta la comunità, nel difendere e tutelare i più deboli e garantire la sicurezza, come sta avvenendo in questo momento nei territori colpiti dal terremoto del Centro Italia”.