fbpx

Santa Marinella, ripresi i lavori di riqualificazione dello stadio

Il Consigliere allo Sport Stefano Toppi, durante il weekend appena trascorso, ha effettuato un sopralluogo presso gli impianti sportivi di Via delle Colonie per seguire da vicino i lavori di efficientamento energetico che interessano la palestra Carducci ed il Palasport “Enzo De Angelis” e quelli di riqualificazione generale che riguardano il campo da calcio, congiuntamente all’assessore alla Pubblica istruzione Rosanna Cucciniello.

Palestra Carducci e Palasport. “Ho incontrato la ditta che sta eseguendo i lavori – ha commentato Toppi – per verificare l’installazione dei nuovi infissi alla Scuola Media Giosuè Carducci che riguardano anche la palestra ed il Palasport. Un progetto senza dubbio importante e necessario, sia in termini di riqualificazione e ammodernamento delle strutture, sia per quanto concerne l’abbattimento dei costi derivati dall’utilizzo di energia elettrica. I due impianti infatti, saranno supportati dal sistema fotovoltaico”.

Situazione stadio. “Allo stesso tempo – continua Stefano Toppi – sono stati avviati concretamente anche i lavori di riqualificazione del campo di calcio, i quali hanno subito un leggero ritardo a causa di alcune problematiche sorte alla presentazione del progetto. Entro l’inizio del nuovo anno dunque, sia il terreno di gioco che le strutture annesse al campo sportivo, potranno tornare ad essere utilizzate dalle associazioni che vi svolgono attività. Nel progetto è previsto il completo rifacimento del campo da calcio, la messa in sicurezza degli spogliatoi, compresi impianti idraulici, termici ed elettrici, oltre alla sistemazione delle tribune e del campo di appoggio, con l’installazione di nuove torri faro”.

Bacheca. “Interventi concreti per l’adeguamento ed il miglioramento delle strutture sportive – ha aggiunto il Sindaco Bacheca – voluti fortemente dall’amministrazione comunale per permettere alle tante società sportive presenti sul territorio di svolgere le proprie attività in impianti adeguati e moderni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *