fbpx

Scippa una donna e ingoia la refurtiva: polacco arrestato insieme al complice

La Polizia ha arrestato due 19enni polacchi che ieri mattina si erano resi protagonisti di uno scippo ai danni di una donna in viale Palmiro Togliatti. All’accaduto ha assistito un agente della Polfer libero dal servizio, che ha inseguito a piedi il malfattore e contestualmente avvertito il 113. Lo scippatore, dopo poche centinaia di metri, è salito su un’utilitaria condotta da un complice, ma la sua fuga è durata poco.

Inseguimento e arresto. Grazie alle indicazioni dell’agente, le pattuglie dell’Ufficio Polizia di Frontiera e del Commissariato di viale della Vittoria hanno bloccato l’auto; a bordo vi erano due 19enni di origini polacche, uno dei quali, nel frattempo, si era cambiato d’abito nel vano tentativo di sviare i sospetti. I due hanno negato ogni coinvolgimento ma uno di loro, mentre si trovava all’interno del Commissariato insieme al complice per gli ulteriori approfondimenti investigativi, è apparso particolarmente sofferente, palesando difficoltà respiratorie associate a nausea.

Refurtiva ingoiata. Condotto presso il pronto soccorso del San Paolo, al termine degli accertamenti sanitari il motivo del malore è stato svelato. Dall’esame radiografico effettuato, infatti, è emerso che nello stomaco aveva un oggetto metallico del tutto somigliante ad una catenina. Le risultanze delle radiografie, unite ad altri riscontri investigativi, hanno permesso agli investigatori di dichiarare in arresto i due polacchi, che sono stati poi condotti presso il carcere di Borgata Aurelia in attesa dell’udienza di convalida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *