fbpx

Si alza il sipario sul primo Festival di Civitavecchia

E’ stata presentata questa mattina al teatro Traiano la prima edizione del Festival di Civitavecchia, in programma venerdì sera alle 21. “Questo appuntamento – ha sottolineato in apertura l’assessore alla cultura, al commercio e al turismo Enzo D’Antò – ci auguriamo possa diventare nel tempo una delle tradizioni della città”.

Le selezioni e i cantanti in gara. “La richiesta per avere un concorso di questo tipo è partita dai tanti giovani musicisti civitavecchiesi. Le realtà locali – ha aggiunto D’Antò – sono le vere protagoniste di questo appuntamento, ed hanno lavorato in sinergia per organizzare il Festival”. La giuria composta dal direttore artistico Giordano Tricamo, Angelo Lucignani, Tiziano Leonardi, Max Petronilli, Rossano Cardinali e Armando Caforio, ha ascoltato nelle scorse settimane le registrazioni dei 17 brani pervenuti, e attraverso una serie di votazioni ha stilato la classifica dei primi 10 artisti che sono stati ammessi alla serata finale di venerdì (Florio Cavallaro, Alessandro Gargiullo e i diskorsi, Daniele Giardi, Illusioni Ottime, Iris, Metropolis, N.O.M., Andrea Palmieri e i Quicksand, e Eternauta che all’ultimo momento ha preso il posto dei Carnival Freaks che hanno rinunciato).

Investire sulla cultura. “Civitavecchia ha bisogno di investire sempre di più sulla cultura” ha dichiarato il direttore artistico Tricamo, che ha sottolineato i tre mesi di lavoro gratuito da parte della giuria e delle realtà musicali locali per allestire un festival “di altissimo livello”. Venerdì sera a giudicare i dieci cantanti in gara sarà invece una giuria esterna composta da cinque professionisti del settore. Oltre al primo premio, che darà al vincitore la possibilità di registrare in studio due brani, verrà assegnato anche il premio della critica. Il festival canoro è stato completamente finanziato da Fondazione Cariciv e Port Mobility. L’incasso della serata, i biglietti sono in vendita al teatro Traiano al costo di 5 euro, sarà invece completamente devoluto in beneficenza all’Assproha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *