fbpx

Snc, futuro incerto tra squadra e Stadio del Nuoto

Se la stagione della SNC, che si sta avviando verso la conclusione, non è stata sicuramente come era preventivabile alla vigilia, il futuro della società rossoceleste è molto incerto. Sono due le domande a cui i dirigenti dovranno dare una risposta nel corso dei mesi estivi e che ne determineranno il futuro.

Squadra. La prima è legata a che squadra mettere in acqua il prossimo anno. Se infatti si è arrivati ad una salvezza tranquilla, molto è dipeso dal talento di Ivan Zanetic, dalla costanza ad alti livelli di Andrea Castello ma anche alla crescita di diversi giocatori provenienti dal vivaio come Checchini e Marco Muneroni. Ma cosa fare per il futuro? Puntare sul far crescere i giovani o mirare di nuovo al vertice dell’A2? Castello potrebbe essere attratto da offerte provenienti da squadre che puntano con maggior forza alla promozione mentre il croato potrebbe lasciare con un anno di anticipo rispetto al suo contratto.

Stadio. La seconda domanda è legata allo Stadio del Nuoto. La diatriba tra dirigenza e Comune è ormai nota e nel corso di questi mesi gli sgambetti e le frecciatine non sono mancate da entrambe le parti. La SNC ha affermato che senza l’aiuto del Pincio (che prima del famoso bando versava 180 mila euro all’anno) non può continuare a gestire l’impianto. In più l’Enel non sembra più disposta a mantenere i livelli economici di sponsorizzazione di una volta. Dal destino dello stadio dipenderà anche il futuro del club rossoceleste.