fbpx

Sottoscritto l’accordo volontario per ridurre le emissioni in porto

Grandi Navi veloci questa mattina ha sottoscritto un accordo volontario con la Capitaneria di Porto, il Comune e l’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Centro-settentrionale, finalizzato al rispetto di alcune normative ambientali per contenere i livelli di inquinamento atmosferico. Con il “Civitavecchia Blue Agreement”, le compagnie si impegnano ad utilizzare un combustibile con tenore di zolfo non superiore allo 0.10% non solo durante l’ormeggio, ma a partire da un’ora prima dell’inizio delle manovre di ingresso in porto.

Punto di partenza. “A Gnv dalla prossima settimana si dovrebbero aggiungere anche Moby-Cin-Tirrenia e Grimaldi. Era però importante sottoscrivere e presentare subito questo accordo che è un ottimo punto di partenza per l’obiettivo comune del miglioramento della qualità dell’aria, dei traffici del porto e della sicurezza” ha sottolineato il contrammiraglio Giuseppe Tarzia, comandante della Capitaneria di Porto. Soddisfatti anche il sindaco Antonio Cozzolino e il presidente dell’Autorità Portuale Francesco Maria Di Majo che almeno sulle tematiche ambientali hanno intrapreso un proficuo dialogo che continuerà anche sulle prescrizioni via, con l’individuazione di soluzioni alternative all’elettrificazione delle banchine.

Tutela dell’ambiente. “Da oggi fino al 31 dicembre 2019 – ha aggiunto Grandi Navi Veloci – la compagnia si impegnerà a far funzionare i motori ausiliari con combustibile a ridotto tenore di zolfo o in alternativa ad implementare metodi di riduzione delle emissioni. GNV inoltre fornirà ai Comandanti e agli Equipaggi delle navi le direttive relative alla gestione delle macchine di bordo tese a ridurre il più possibile le emissioni dei gas di scarico e comunicherà periodicamente alle Autorità un aggiornamento sul rispetto delle normative previste dall’accordo. L’accordo firmato da GNV conferma l’impegno della Compagnia nella gestione degli impatti ambientali attraverso il rispetto rigoroso dei parametri ambientali previsti dalla legge e l’adozione di soluzioni tecnologiche volte al risparmio energetico. Da anni infatti la Compagnia ha adottato un programma di efficienza energetica (ship energy efficiency management plan) che ha lo scopo di individuare e applicare le migliori soluzioni disponibili al fine di ridurre i consumi energetici contribuendo alla tutela dell’ambiente”.