fbpx

Spiragli positivi dall’incontro sull’inceneritore

Si è concluso intorno alle 13 l’atteso incontro tra il sottosegretario alla difesa Gioacchino Alfano e i rappresentanti istituzionali del territorio (sindaci, consiglieri regionali e deputati), al quale hanno partecipato anche gli esponenti del comitato Cittadini uniti contro l’inceneritore. Dal vertice sono emerse importanti novità e rassicurazioni. L’esponente del Governo ha infatti spiegato che al momento il progetto dell’inceneritore è soltanto un’idea, con il Ministero che sta valutando anche altre soluzioni alternative per lo smaltimento delle armi. Inoltre Alfano ha annunciato che si sta programmando la delocalizzazione dei monoliti ancora presenti al centro chimico.

inceneritore alfano2

Sit in. All’esterno del Cetli, a partire dalle 10 è iniziato invece il sit in organizzato dal comitato. Nonostante il maltempo e la pioggia, oltre 150 persone hanno manifestato ancora una volta contro l’inceneritore con striscioni e bandiere. Insieme ai cittadini presente anche una larga rappresentanza dell’amministrazione, con il presidente del consiglio comunale Alessandra Riccetti e il vicesindaco Daniela Lucernoni, oltre a diversi consiglieri. “Senza la gente non si decide niente” è stato lo slogan più gettonato accompagnato dai fischi che “hanno salutato” l’uscita del sottosegretario Alfano.

Moderata soddisfazione. Al termine dell’incontro il sindaco Antonio Cozzolino si è intrattenuto con i cittadini presenti per illustrare le novità annunciate dal Ministero. “Siamo moderatamente soddisfatti di questo incontro, e c’è la possibilità che venga accantonato il progetto dell’inceneritore. Ci aspettiamo una convocazione dal Ministero entro il mese di luglio per discutere delle soluzioni avanzate dal sottosegretario Alfano”. “Il territorio ha ribadito la netta contrarietà a questa ennesima servitù ambientale – ha aggiunto l’onorevole del PD Marietta Tidei -, e siamo soddisfatti della disponibilità e dell’apertura mostrata dal Ministero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *