fbpx

Sui bagnanti di Sant’Agostino piovono multe

Improvvisa come un temporale estivo, si è abbattuta sui villeggianti di Sant’Agostino l’ondata delle multe.

Decine e decine, forse un centinaio, le contravvenzioni irrogate nelle ultime ore nei confronti di automobilisti che si erano diretti verso la frazione di Tarquinia per cercare un po’ di refrigerio. E’ andata malissimo a chi ha parcheggiato, come sempre ha fatto, in via Neri, la strada che dal centro militare porta verso la zona delle Villette.

I divieti erano stati messi dal Comune di Tarquinia appena qualche giorno fa, a seguito dell’ennesima ordinanza del genere emessa dal sindaco Alessandro Giulivi. Puntualmente, la polizia locale ha fatto il resto, garantendo all’amministrazione un bell’introito extra.

Certo, male hanno fatto gli automobilisti a parcheggiare dopo i cartelli di divieto e ZTL. Va però pure riconosciuta l’ovvietà: quelle macchine non intralciano il traffico e la sensazione fortissima è che le ordinanze siano state fatte a bella posta solo per reprimere e quindi drenare soldi alle famiglie che vorrebbero semplicemente godere del mare della zona.

Il risultato sarà respingere le persone e creare un mare a numero chiuso, solo per chi può permetterselo. E le attività commerciali di Sant’Agostino, così facendo, si avviano verso un declino inarrestabile.