Luglio 18, 2024
gruppo archeologico romano
Civitavecchia Cronaca Civitavecchia In evidenza Ultima ora

La Rocca, non si trattava di una bomba

Si è conclusa bene la vicenda legata al ritrovamento di una sospetta mina anticarro nell’antico sito della Rocca a Civitavecchia. Ieri gli artificieri hanno confermato che l’oggetto scoperto poche settimane fa dal Gruppo Archeologico Romano non si tratta di una bomba ma di un ingranaggio, probabilmente di tipo industriale. Una bella notizia per gli appassionati di storia e archeologia, anche perchè da oggi sono tornati al lavoro i volontari del GAR sotto la guida di Barbara De Paolis, per continuare i lavori di pulizia e manutenzione: «Siamo molto grati alle forze dell’ordine che hanno agito con competenza – il commento della De Paolis – E siamo lieti che non fosse davvero un ordigno, perché avrebbe compromesso le strutture. Gli artificieri ci hanno assicurato che abbiamo agito correttamente, avvisando di un possibile pericolo. Tutto è bene quel che finisce bene». Lorenzo Leoncini

Read More
Civitavecchia Cultura Civitavecchia Primo Piano Ultima ora

La Rocca, il Gruppo Archeologico Romano prosegue l’opera di ripulitura

Dallo scorso 4 dicembre il GAR di Civitavecchia, diretto da Barbara De Paolis, ha proseguito nell’opera di pulizia delle rovine dell’antica Rocca. Un luogo ricco di storia costruito oltre duemila anni fa in epoca romana e che nel corso degli anni ha rappresentato l’autorità istituzionale. Dopo tanto entusiasmo e lavoro prodigato dai volontari del gruppo archeologico è tempo di interrogarsi sul futuro di questo sito, e questo interrogativo viene velatamente posto da Barbara De Paolis nei confronti della Sovrintendenza e alla Curia: «Il GAR si è messo a disposizione della città per fare in modo che i resti di quello che fu il castello della città tornassero all’antico splendore. La ripulitura iniziata il 4 dicembre ha già prodotto ottimi risultati. Noi speriamo in una fruizione futura di un luogo che ha ospitato papi, principi fino ad essere stata la sede comunale fino al 1943, l’anno del bombardamento» Lorenzo Leoncini

Read More