fbpx

Tidei: “Cozzolino ascolti le proteste dei cittadini”

Ascoltare i cittadini e dare seguito ai proclami con fatti concreti. E’ quello che ha chiesto il consigliere comunale del PD Pietro Tidei in una lettera inviata al sindaco Antonio Cozzolino ed indirizzata anche al presidente dell’Ater Antonio Passarelli e al governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dopo la protesta degli ultimi giorni sotto palazzo del Pincio da parte di disoccupati, ex borsisti, e persone senza una casa.

Diritto alla casa. “E’ trascorso quasi un anno dal suo insediamento ed a tutt’oggi – afferma Tidei rivolgendosi al sindaco Cozzolino – ascoltiamo ancora le proteste di molti nostri concittadini, che stazionano ormai da diversi giorni sotto il suo ufficio, reclamando a forza un diritto essenziale come quello della “casa” . Un alloggio , che dia a questi  civitavecchiesi,  una  dignità di vivere e di essere considerati a tutti gli effetti abitanti  di Civitavecchia, all’interno di una nostra comunità, che si è sempre contraddistinta nella accoglienza e nel supporto alle famiglie bisognose”.

Ascolto. “Certo, oggi le finestre della Sua stanza sono chiuse, ovattate in un silenzio che è il peggior nemico per chi urla, reclama, ma soprattutto cerca di far valere i propri diritti nelle sede deputata, ovvero la Casa Comunale. Visto che Lei ne è la massima espressione, apra questa finestra,  ascolti i fischi, legga i loro manifesti e comprenda con quale rabbia, ma osiamo dire, con quale  disperazione, giovani coppie, anziani, disabili, Le sottopongono  il dramma impellente di una abitazione dignitosa, di un diritto che è oggi alla base di ogni  civile convivenza in una Città che sa accogliere e non respingere, che sa ascoltare e non solo emarginare”.

Giunta inconcludente. “Ma purtroppo dobbiamo ancora notare i suoi vuoti proclami, le Sue sterili ed inconcludenti conferenze stampa, dove si vendono agli Organi di informazione, solo slogan, propositi, strategie, ma neanche un progetto, un’opera pubblica, una iniziativa immediata, un cantiere aperto, che dia un lampo in un grigiore continuo, che contraddistingue ormai da molti mesi questa sua livorosa ed incapace  Amministrazione”.

Mancata collaborazione. “Ma poiché Lei ha sempre sbandierato di voler collaborare costruttivamente con la nostra opposizione di Partito Democratico , Le ricordo che più volte nei mesi scorsi La abbiamo invitata a riprendere i programmi e progetti che sono stati il faro della Mia Amministrazione, che hanno prodotto in 15 mesi ben 30 provvedimenti  di Consiglio Comunale e Giunta, rivolti alla risoluzione di tutta la problematica dell’emergenza abitativa”.

Accorpamento Ater. “Mi preme ricordarLe, Sindaco che la sua politica dissoluta e totalmente inadeguata  sta dissolvendo  un capitale di 20 milioni di euro in disponibilità  dell’ATER di Civitavecchia per  costruire alloggi proprio alle famiglie inserite nelle graduatorie ERP del Comune di Civitavecchia e della stessa ATER. Un politica, la Sua consumata insieme al Commissario dell’ATER, che a tutt’oggi non ha un progetto nell’immediato, una iniziativa concreta, ma tutto si fonda su di una utopia, su una condizione di eventi e circostanze che richiedono anni di realizzazione. Torre d’Orlando,  lo sa meglio di Me necessita di una Variante al Piano Regolatore. L’accordo con l’Italcementi (qualora lo raggiungesse) richiederebbe anni per la sua attuazione. Poiché è prossima la procedura di accorpamento delle ATER della Provincia di Roma, molto probabilmente in breve tempo  il finanziamento  di 20 milioni di euro già disponibile solo per la città di Civitavecchia , verrà  ridistribuito su tutto  territorio provinciale, per cui si perderà una immensa opportunità solo perché Lei non ha un progetto concreto, realistico e cantierabile da attuare  nell’immediato con l’ATER locale. Si  dissolveranno così queste vitali risorse economiche,  che invece potrebbero essere immediatamente spese  su progetti concreti”.

Appello a Zingaretti. “Al Presidente Zingaretti rivolgiamo un appello affinchè dia un’ultima possibilità di riscatto a Civitavecchia, non distogliendo una risorsa così preziosa come un finanziamento di 20 milioni, finalizzato a migliorare la qualità della vita sociale ed urbana della nostra Città e nel contempo dia a molte famiglie, che ormai aspettano da anni in stantie graduatorie, di vedere una luce , una speranza , in concreto, dia una  “casa” che possa essere chiamata tale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *