fbpx

Tidei: “L’Enel grazie al M5S ha già risparmiato 10 milioni”

Pietro Tidei torna alla carica del M5S dopo la replica del consigliere comunale di maggioranza Emanuele La Rosa alle forti critiche mosse dal Partito Democratico ai primi otto mesi di amministrazione Cozzolino. Pungolato sulla questione del bilancio l’ex sindaco ha fornito alla stampa un documento della Cassa di Risparmio di Civitavecchia “che certifica che ho veramente lasciato  9 milioni di euro nelle casse comunali e pochissimi pagamenti sospesi (appena 172 mila euro)”.

Tasse e Hcs. “Anche la riscossione dei tributi procedeva regolarmente e l’evasione non aveva sfondato  i limiti fisiologici, divenendo oggi con i 5 Stelle un rifugio di massa dalla pioggia di tasse ed imposte. Non solo. Ma, grazie a quei fondi, per HCS c’era una strategia di uscita praticabile dalla crisi, i creditori erano stati soddisfatti e messi in fila dai piani di recupero concordati. Oggi – ma La Rosa non lo dice –  HCS è  di nuovo in mora con Irpef e contributi, e senza uno straccio di  piano industriale 400 persone rischiano concretamente il posto. Per i contribuenti c’era la soluzione Microcredito (acqua, rifiuti, multe ed altre imposte a 20 30 euro al mese, ma anche di questo La Rosa non parla”.

Prescizioni Via e fondi Enel. “Quanto alle prescrizioni VIA aspettiamo che finiscano i tete-a-tete della coppia Cozzolino-Manuedda con Enel e Ministero dell’Ambiente. La città è mantenuta all’oscuro di tutto perché evidentemente le cose non vanno come avevano sperato. Sappiamo solo che i 5 Stelle scriveranno il libro dei sogni ed è facile prevedere che  l’Enel risponderà picche (o giù di lì) mettendo sul piatto due spiccioli… e tutto si risolverà con un maxi sconto all’Enel che  intanto continua  a bruciare carbone indisturbata, perché non viene chiamata dai 5 Stelle a rispondere di tutte le prescrizioni e i controlli previsti dall’ultima AIA. E  nel frattempo ha già risparmiato (sempre grazie ai 5 Stelle) una decina di milioni di contributi. Ma anche questo La Rosa non lo dice”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *