fbpx

Traffico di influenze, indagato il direttore generale della Asl Quintavalle

Traffico di influenze, è l’accusa che determina l’iscrizione sul registro degli indagati per Giuseppe Quintavalle, il direttore generale dell’Asl Roma 4.

Nuovo filone. L’inchiesta è quella legata ai rapporti fra la sanità romana e la politica. Il reato di traffico di influenze è disciplinato dall’art. 346 bis del codice penale, il quale prevede che chiunque, fuori dei casi di concorso nei reati di cui agli articoli 319 e 319 ter c. p., sfruttando relazioni esistenti con un pubblico ufficiale o con un incaricato di un pubblico servizio, indebitamente fa dare o promettere a sé o ad altri denaro o altro vantaggio patrimoniale, come prezzo della propria mediazione illecita verso il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio. L’inchiesta registra complessivamente la presenza di 19 indagati, tre in carcere, nove in custodia cautelare e sei ai domiciliari.