fbpx

Una vigilia di Pasqua di grande lavoro per la Guardia Costiera

Ieri sera alle 21.00 circa, la sala operativa della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, è stata contattata dal comando di bordo della nave da crociera “Island Escape”, partita dal porto di Civitavecchia, distante 24 miglia dalla costa e diretta verso il porto di Livorno, riferendo che un passeggero di origine britannica (65 anni), portatore di handicap, era stato colto da improvviso malore.
Gli operatori della Capitaneria di Porto hanno immediatamente allertato il “Centro Internazionale Radio Medico” di Roma per offrire alla nave un supporto medico nella gestione della situazione.

Complicazioni e cronaca. Le comunicazioni radio risultavano difficili, tuttavia il CIRM è riuscito a mettersi in contatto con l’unità che nel frattempo aveva invertito la rotta per rientrare nel porto di Civitavecchia, ed è stato diagnosticato un problema cardiaco (presunta dispnea con forte tachicardia). La Capitaneria di Porto insieme al CIRM ha ritenuto necesserio inviare una motovedetta per il trasbordo del passeggero per ridurre i tempi per il suo immediato ricovero in ospedale. La motovedetta CP 891 ha intercettao l’unità a dieci miglia dal porto, trasbordando il passeggero e accompagnandolo dalla moglie. Il rientro nel porto di Civitavecchia è avvenuto alle 23 circa, dove ad attenderlo c’era un’ambulanza del 118 allertata dalla Sala Operativa della Capitaneria di Porto.
Il paziente è sempre stato cosciente ed è stato trasportato al locale nosocomio per le necessarie cure ed esami. Un venerdì di Pasqua di lavoro per i militari della Guardia Costiera il cui pronto intervento ha probabilmente consentito di salvare una vita umana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *