fbpx

“Una vita da social” fa il pieno di studenti al porto storico

Tantissimi studenti di ogni ordine e grado (elementari, medie e anche i licei) delle scuole della città, questa mattina hanno affollato Porta Livorno per la tappa civitavecchiese della campagna itinerante “Una vita da social” della Polizia locale. Un’iniziativa che ha avuto anche un grande seguito mediatico con la presenza a Civitavecchia delle telecamere della Rai e del TG2 che hanno raccolto le impressioni degli studenti locali. Nel corso della giornata si sono alternate una serie di dimostrazioni: molto apprezzate soprattutto quelle con le unità cinofile e con gli artificieri.

vita social3

Dimostrazioni e simulazioni. I cani poliziotto hanno dovuto trovate un sacchetto di droga e recuperare una pistola mentre un sofisticato robottino elettronico comandato a distanza ha “disinnescato” una granata nascosta in un’aiuola. Particolare attenzione è stata posta anche sui rischi della giuda in stato d’ebbrezza, con una simulazione degli effetti dell’alcol sulla vista, che è stata a resa possibile grazie a dei particolari occhiali che sono stati utilizzati dagli studenti.

vita social2

Cyberbullismo. A Porta Livorno insieme alle unità cinofile e agli artificieri erano presenti i cavalieri del reparto a cavallo e gli acqua scooter della squadra Nautica della Polizia di Stato inviate dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza e dal Questore di Roma, oltre ad un Truck multimediale vero simbolo della campagna. All’interno del Truck gli esperti della Polizia Locale hanno incontrato i ragazzi e spiegato i principali pericoli che si trovano sulla Rete. Sono stati illustrati i rischi dovuti al cyberbullismo e il modo per navigare in sicurezza sui social network. La campagna itinerante della Polizia domani mattina farà tappa a Tarquinia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *