fbpx

Voragine, Ceccarelli: “L’accertamento delle responsabilità non interrompe i lavori di messa in sicurezza”

“Continua il percorso di messa in sicurezza della zona e contestuale “fotografia” di quanto è avvenuto per attestare le responsabilità ed evitare che, dopo i lavori, gli avvenimenti non siano più comprensibili”. Lo dichiara l’assessore ai lavori pubblici Alessandro Ceccarelli che fa il punto della situazione sulla vicenda della voragine di via Giordano Bruno.

Nominati i periti. Martedì intanto si è svolta una nuova seduta in tribunale, con il giudice Spinelli che ha provveduto alla nomina di un collegio peritale composto da tre tecnici e rinviato il procedimento all’udienza che si terrà il prossimo 4 gennaio, per il conferimento dell’incarico e la formulazione dei quesiti. “Come già spiegato in consiglio comunale, comunque e senza titubare interverremo con denaro pubblico per il ripristino definitivo della zona – ha chiarito l’assessore -. L’accertamento tecnico preventivo, va specificato, non interrompe i lavori di messa in sicurezza ed i lavori di messa in sicurezza non incideranno sull’accertamento”.