Dicembre 4, 2022
Decoro e sicurezza: torna la stretta sulla “movida”
Civitavecchia Cronaca Cronaca Civitavecchia In evidenza Ultima ora

Decoro e sicurezza: torna la stretta sulla “movida”

Il Sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco, come già avvenuto negli anni scorsi, ha firmato l’ordinanza cosiddetta “anti-vetro”, che contiene comunque numerose prescrizioni relative al corretto svolgimento delle attività commerciali connesse allo svago dei propri clienti e in particolare dei giovani, nei tradizionali luoghi di ritrovo della città.

Il provvedimento è rivolto ai titolari o gestori di attività commerciali in sede fissa e di attività commerciali alimentari su aree pubbliche, circoli o associazioni private con somministrazione di alimenti e bevande ai soci, attività artigianali con vendita di beni alimentari di produzione propria e non, attività di somministrazione di alimenti e bevande, che operano nel centro abitato del Comune di Civitavecchia.

Vengono così istituiti: il divieto di vendere o cedere a terzi, a qualsiasi titolo, bevande, anche alcoliche, in contenitori, bottiglie e bicchieri, per asporto e in vetro, dalle ore 21 alle ore 7; l’obbligo di posizionare idonei contenitori, anche per il deposito dei rifiuti, in corrispondenza dell’area di ingresso ai locali, al loro interno, nonché negli spazi/aree occupate da dehor.

È consentita, nel rispetto delle norme sopra richiamate e nella fascia oraria che va dalle ore 21 alle 7 e comunque alla chiusura dell’esercizio, la somministrazione di bevande e/o alcolici in contenitori e bicchieri di vetro esclusivamente all’interno dei propri locali e dei relativi dehors (se autorizzati) ovvero sarà possibile vendere le bevande previa spillatura (alla spina) o mescita in bicchieri di carta o plastica. A tal fine i titolari o gestori di attività di somministrazione di alimenti e bevande o esercenti commerciali sono responsabili della corretta applicazione di quanto sopra esposto e dovranno adottare, nei confronti dei propri avventori, le necessarie misure di controllo (visti gli artt. 19 e 20 del vigente Regolamento della Polizia urbana di Civitavecchia).

Inoltre il provvedimento ordina a chiunque si trovi nel Comune di Civitavecchia: il divieto di depositare, anche temporaneamente, abbandonare e disperdere su suolo pubblico, contenitori e/o bottiglie in vetro o bicchieri o rifiuti in generale, dalle ore 00:00 alle ore 24:00 (per l’intero arco della giornata), se non negli appositi contenitori; l’obbligo di utilizzare, in qualsiasi momento, le campane per la raccolta del vetro poste sul territorio del Comune di Civitavecchia, per alienare contenitori, bottiglie e bicchieri in vetro e qualsiasi oggetto di vetro; il divieto di portare al seguito, per gli utenti della strada e/o gli avventori, nella zone “Ghetto”, via Montegrappa, via Thaon De Revel, via Calisse, viale Garibaldi, Corso Guglielmo Marconi, zona “Marina”, via Prato del Turco, via Isonzo, via Tarquinia, Piazza Calamatta, Largo Plebiscito, Piazza Regina Margherita, via Roma, Corso Centocelle, viale Guido Baccelli, via XVI Settembre, bibite o contenitori, bottiglie e bicchieri di vetro, anche alcoliche, ovunque acquistati ed a qualsiasi titolo, dalle ore 21 alle ore 7.

Ancora, il provvedimento ordina a tutti i pubblici esercizi e alle attività già elencate, indipendentemente dall’orario di chiusura del locale, che le attività di intrattenimento cessino alle ore 1 notturne se in centro abitato ed entro le 3 se fuori dal centro abitato e comunque distante da qualsiasi abitazione. Può essere consentito, previa valutazione degli uffici preposti, agli stabilimenti balneari ubicati sulla fascia costiera demaniale marittima, nel tratto compreso tra il sottopasso che immette al quartiere Campo dell’Oro e il confine a sud con il Comune di Santa Marinella, regolarmente autorizzati, di poter protrarre sino alle ore 3 l’attività di intrattenimento a mezzo di impianti sonori, limitando le emissioni rumorose a norma di legge.

L’ordinanza resterà in vigore fino al prossimo 31 dicembre.