fbpx

Il porto torna campo di gara

Era da tanto tempo che si aspettava di andare a gareggiare su quel campo di gara, venti, forse addirittura venticinque gli anni passati dall’ultima competizione. Il campo di gara in questione è la parte interna dell’antemurale del Porto di Civitavecchia, la banchina 13/bis.
Finalmente domenica 3 luglio il miracolo. In occasione del Memorial Mario Giacopello, gara valida per la Coppa Italia, i quaranta partecipanti hanno potuto accedere e realizzare il sogno di gareggiare su quel tratto di diga.
Questo grazie ad un lavoro certosino fatto in principal modo dalla Canna da Riva ASD Tubertini di Civitavecchia ed alla disponibilità delle Autorità competenti che la società ringrazia calorosamente: Capitaneria di porto di Civitavecchia in particolare al comandante C.V. (CP) Filippo Marini, al C.F. (CP) Pio Oliva ed all’Ufficio della Sezione Tecnica ed a tutti i Nostromi; Autorità del Sistema Portuale, in particolare del suo Presidente dottor Musolino, dei Dirigenti dottori Massimo Scolamacchia, Giantelemaco Perticara, Lelio Matteuzzi e Claudio Tossio; della RCT, Concessionaria della banchina crociere che ha consentito il passaggio con Bus degli atleti, in particolare dei Direttori della sicurezza dott. Pietro Leoni e Leonardo Loffredo; Port Mobility, che si è adoperata per la logistica e il trasporto con Bus, in particolare del dott. Tiziano Tedesco. Un lavoro che inizia a dare i suoi frutti e che speriamo possa in futuro vedere Civitavecchia teatro di campionati Regionali, Italiani ed internazionali.

Le aspettative del campo di gara sono state ampiamente ripagate ed è venuta fuori una gara di altri tempi: saraghi e sugarelli, questi di taglia XXL, ma anche pesce da fondo, hanno dato vita ad una classifica degna di una pescata dalla barca, più che da riva. Pescato conservato nelle nasse e al termine rilasciato in mare come previsto dal regolamento e normativa particolare della Federazione
FIPSAS e CONI.
Vince alla grande, onorando nella maniera migliore la memoria di suo Padre, Gabriele Giacopello del CPS San Rocco ASD Veret di Grosseto che fa fermare l’ago della bilancia a Kg. 10.209. Gli altri vincitori di settore sono stati nell’ordine Roberto Coppari della Canna da Riva ASD Tubertini di Civitavecchia con 8.769 punti, Zefferino Guidi dell’APSD San Benedetto Colmic di San Benedetto del Tronto con 7.115 punti e Claudio Mattiuzzo della Nuova Fishing Club Roma ASD Maver con 6.604 punti.
La classifica per società è stata vinta dalla ASD Canna da Riva Tubertini di Civitavecchia davanti alla Ombrone APSD Tubertini ed alla Team Blue Marlin Roma Gianty Colmic.
Appuntamento con la finalissima di Coppa Italia che si svolgerà a fine novembre