fbpx

Le notizie del giorno in pillole

Stretta in vista sugli eccessi della vita notturna a Civitavecchia. Il sindaco Ernesto Tedesco ha firmato un’ordinanza con la quale impone la chiusura dei minimarket alle ore 22.30. Il provvedimento si innesta con quello già in essere, che vieta la vendita di alcolici da asporto. Lo stesso primo cittadino ha incontrato i genitori di un giovane che ha rischiato il pestaggio, annunciando una stretta ai fenomeni della mala movida grazie all’innesto di nuovi vigili e all’installazione della videosorveglianza di ultima generazione.

Si tornano a costruire loculi a Civitavecchia. La Giunta Tedesco ha infatti approvato nei giorni scorsi, su proposta del Vicesindaco Manuel Magliani, il project financing per l’ampliamento del Cimitero Nuovo di via Braccianese Claudia. Si tratta di una complessa operazione, che comporterà la creazione di tremila loculi, oltre ad una cappella per funzioni religiose ed altre opere, di urbanizzazione e a verde.

Ambulatorio per gestanti il sabato mattina con la possibilità di fare ecografie, laboratorio analisi dedicato alle donne in gravidanza, servizi di accoglienza alle donne straniere con mediatori culturali: questi i servizi inaugurati ieri presso i consultori di Cerveteri e Ladispoli. Alle due cerimonie hanno partecipato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, il direttore generale della ASL Roma 4, Cristina Matranga, i sindaci dei due Comuni, Elena Gubetti (Cerveteri) e Alessandro Grando (Ladispoli) e i Consiglieri regionali Marietta Tidei ed Emiliano Minnucci.

Stasera a Santa Marinella nuovo appuntamento con i giovedì musicali di San Giuseppe. L’Associazione Musicale “Il Melodramma” proporrà a Largo Ricci, (già Largo Innocenzo XI), lungo via della Libertà un concerto in due parti, la prima dedicata all’operetta e alla canzone napoletana, la seconda al melodramma, con brani da Trovatore, Tosca, Turandot e La Traviata. Ad interpretarli i solisti dell’Associazione “Il Melodramma”, accompagnati al pianoforte da Rosalba Lapresentazione e diretti dal maestro Roberto Magri.

Una lettera ai sindaci per chiedere ai cittadini di ridurre gli sprechi. È quella inviata dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. La «drastica scarsità di precipitazioni pluviometriche che ha determinato una considerevole riduzione delle precipitazioni rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti» ha convinto la Regione Lazio a intervenire «a sostegno della popolazione e delle attività colpite e danneggiate dalla crisi idrica in argomento, anche e soprattutto al fine di prevenire rischi per la salute pubblica dovuti alla carenza di approvvigionamento idrico». Lo stato di calamità durerà fino a fine novembre.