fbpx

Quale futuro per la piscina?

Ancora buone notizie sul fronte della riqualificazione e implementazione degli impianti sportivi presenti sul territorio di Santa Marinella.  Lo comunica il Sindaco Pietro Tidei che sta lavorando a nuove iniziative, con la collaborazione della consigliera comunale delegata allo sport Marina Ferullo. “Molto è stato fatto in questi anni da quando si è insediata la nostra amministrazione, che non mi stancherò mai di ricordare trovò praticamente e tutte le strutture sportive chiuse e inagibili, ma noi di certo non ci fermiamo ad ammirare i risultati già raggiunti e guardiamo al futuro. Intanto nei mesi scorsi siamo stati in grado di finanziare con ulteriori 80 mila euro altri interventi di miglioria della già moderna e funzionale nuova palestra scolastica di Via delle Colonie. Ora finalmente sono stati ultimati tutti gli interventi per la creazione di confortevoli spogliatoi a disposizione di tutti gli studenti e atleti che usufruiscono di questo nuovo impianto completamente attrezzato”. 

“Stiamo ora lavorando anche per riqualificare la vecchia piscina comunale di via Aurelia, pur confermando la prossima costruzione del nuovo impianto natatorio che sorgerà nell’ambito della città dello sport in via delle Colonie. Per questa vecchia struttura abbiamo due possibilità da poter attuare; la prima prevede di utilizzare fondi del Coni o del PNRR per creare in questa area un nuovo centro olimpico internazionale di Badminton e di para badminton da mettere a disposizione dunque anche degli atleti diversamente abili che eccellono in questa disciplina sportiva. C’è anche una la possibilità però di poter partecipare a un nuovo bando e accedere a ulteriori finanziamento per ristrutturare la vecchia piscina coperta e metterla a norma”.

Conclude Tidei: “Stiamo perseguendo con massima attenzione questi due obiettivi e ovviamente daremo priorità e via libera al progetto che prima verrà finanziato ma di sicuro restituiremo alla città questo impianto sportivo cosi come abbiamo fatto per tutte le altre strutture”