Febbraio 27, 2024
Tre giovani atleti premiati in Regione
Sport Sport Civitavecchia Ultima ora

Tre giovani atleti premiati in Regione

“Questa mattina, insieme alla consigliera regionale Emanuela Mari, abbiamo premiato tre giovani talenti di Civitavecchia: i campioni italiani di padel under 16 e under 18, Matteo Sargolini e Francesco Spurio, e la campionessa europea di karate, categoria cadetti, Ludovica Legittimo. Sono un esempio per i loro coetanei, visto che lo sport nella fase dell’adolescenza rappresenta uno strumento fondamentale, per certi versi unico, per apprendere quei valori, che poi saranno utili anche per la vita quotidiana: pensiamo al sacrificio, alla passione per raggiungere un obiettivo, ma anche e soprattutto al rispetto degli altri. Inoltre, questi ragazzi sono impegnati nel conciliare la scuola, gli studi e lo sport: questa è la dimostrazione di grande abnegazione e determinazione. Senza dimenticare, poi, l’importanza dello sport come momento di aggregazione e inclusione sociale. Questi eventi sono anche occasioni utili per ringraziare il lavoro delle tante società locali, del nostro territorio, che costituiscono un punto di riferimento per i nostri ragazzi. A loro va un ringraziamento e un riconoscimento particolare, se pensiamo che anche a causa degli ultimi eventi avvenuti in questi anni, dalla crisi pandemica a quella energetica, è davvero molto difficile mantenere queste attività. E gli incontri come questi servono anche a noi come istituzioni, per comprendere al meglio le istanze del mondo dello sport, un settore molto importante anche per la nostra economia, e dei tanti imprenditori che hanno creato e portato avanti realtà di rilievo sui nostri territori”. 

“Matteo, Francesco e Ludovica – ha aggiunto Emanuela Mari – con gli importanti successi conquistati con talento, sacrificio e determinazione hanno portato onore alla comunità di Civitavecchia, ma quello che da concittadina mi rende particolarmente orgogliosa è che questi giovani non sono solamente campioni nello sport, sono anche studenti brillanti e ragazzi responsabili. Voglio poi ricordare che dietro il successo di questi giovani ci sono i sacrifici e il supporto di famiglie e insegnanti. Lo sport rappresenta la terza istituzione educativa dopo la famiglia e la scuola e la recente introduzione della sua tutela nella Carta Costituzionale, che ne riconosce il valore educativo, sociale e di promozione del benessere psicofisico, ci spinge a impegnarci ogni giorno di più a mettere in campo politiche e interventi utili a garantire il diritto allo sport a tutti i cittadini della regione Lazio”.