Giugno 23, 2024
Attig (La Svolta): cominciamo a smontare la centrale
Attualità Attualità Civitavecchia Civitavecchia Ultima ora

Attig (La Svolta): cominciamo a smontare la centrale

torre valdaliga nord

“Il phase out della centrale a carbone di Civitavecchia, fissato per il 31 dicembre 2025, è ben più vicino di quanto non si creda e la situazione di sostanziale di fermo operativo dell’impianto sta creando disagi, smembrando famiglie con lavoratori della nostra città spediti in altre Regioni, per cui torniamo a ribadire che Enel deve uscire dal suo silenzio e chiarire quali sono i suoi programmi per il sito di Civitavecchia. I livelli occupazionali vanno salvaguardati e non possono essere i dipendenti né il territorio a pagare alcuna transizione. È un concetto che deve essere compreso, prima ancora di avviare ogni discussione su quale sarà la strada da intraprendere per il dopo carbone a Torre Valdaliga Nord. 

Iniziare a smantellare la centrale è il miglior modo di affrontare questa crisi nell’immediato, dando risposte a dipendenti, imprese e territorio. Cominciamo subito, mettendo le nostre maestranze al lavoro, utilizzando quelle professionalità che Civitavecchia ha sviluppato nel corso degli anni ad esempio nel settore metalmeccanico. 

Finora molto è stato fatto, laddove l’azione del Comune, delle organizzazioni sindacali e delle associazioni datoriali ha trovato nella Regione Lazio prima e nel Governo poi una sponda preziosa. 

Programmare oggi, per non ritrovarsi poi a dover “correre” con quel che ne consegue negli aspetti di sicurezza ed economici, non solo è intelligente, ma doveroso. Crediamo che questo sia il momento giusto per chiedere un impegno in tal senso ad Enel, con il Governo che se ne farà garante”.

Così la consigliera comunale de La Svolta, Fabiana Attig.