fbpx

L’appello: “Diamo subito un alloggio ai profughi”

Fare qualcosa, ognuno per quello che può, subito per i profughi ucraini. E’ ciò che il sindaco Pietro Tidei e l’Assessore alle politiche sociali Pierluigi D’Emilio stanno chiedendo ai cittadini di Santa Marinella. I due amministratori si sono rivolti con una lettera aperta a chi può offrire soluzioni abitative immediate in caso di necessità.

“Cari Concittadini, è nostra intenzione rispondere alla richiesta di Sua eccellenza il Prefetto Dott. Matteo Piantedosi che invita a segnalare l’eventuale disponibilità sul territorio di unità abitative/singoli appartamenti di proprietà pubblica o privata o alberghi o altre strutture ricettive, muniti di agibilità sotto il profilo urbanistico, antincendio e sanitario, adatti ad ospitare i profughi ucraini in arrivo nella nostra Regione. Chiediamo ai cittadini che abbiano il desiderio e la possibilità di mettere a disposizione delle soluzioni alloggiative idonee, di inviare una comunicazione al Comune di Santa Marinella”.

Aspetto importante: occorre proporre la propria candidatura tramite l’indirizzo pec: protocollosantamarinella@postecert.it