Dicembre 7, 2022
Semaforo verde al bilancio consuntivo
Attualità Santa Marinella Politica Santa Marinella Ultima ora

Semaforo verde al bilancio consuntivo

Approvato ieri sera a larga maggioranza il bilancio consuntivo del Comune di Santa Marinella. Ad annunciarlo il sindaco Pietro Tidei, che sottolinea “il voto favorevole anche del presidente del consiglio Roberto Marongiu e con nessun voto contrario”. Il bilancio consultivo dell’esercizio finanziario del 2021 si chiude con un attivo di oltre un milione e duecento mila euro.

“Un risultato credo clamoroso e quasi incredibile per un comune, “fallito” che a causa dei debiti ereditati dalla precedente amministrazione ci aveva costretto a dichiarare il default. In quattro anni è stato fatto con tanti sacrifici da parte della popolazione, imposti non da questa maggioranza ma dal governo centrale essendo Santa Marinella divenuto un comune in dissesto finanziario, un vero miracolo”, dichiara Tidei.

“Ora potremo cominciare a utilizzare queste somme a disposizione anche per portare a termine alcune opere pubbliche e pensare ad intervenire anche nel settore   del decoro urbano senza mai perdere di vista iniziative volte a dare nuove forme di sostegno alla popolazione”, prosegue il primo cittadino.

“Abbiamo dimostrato con una attenta gestione delle risorse finanziarie, un consapevole e mirato taglio delle spese di essere un comune virtuoso in netta controtendenza con quasi tutti gli enti locali d’Italia che anche a causa della pandemia hanno dovuto affrontare maggiori spese anche impreviste e malgrado alcuni ristori ottenute dallo Stato e dalla Regione oggi sono dei comuni che oso definire stressati, che rischiano di chiudere i loro bilanci consultivi in passivo”.

“Per questo motivo mi sarei aspettato anche un plauso anche da parte delle minoranze dalle quali comunque, prendo atto non abbiamo ricevuto critiche   e per questo li invito, oggi più che mai a voler agire sempre più in maniera propositiva per il bene della città e della sua popolazione”, la conclusione di Tidei.