Aprile 15, 2024
“Magliani ha difeso il territorio da un progetto scempio”
Attualità Attualità Civitavecchia Civitavecchia In evidenza Politica Primo Piano Ultima ora

“Magliani ha difeso il territorio da un progetto scempio”

Primi messaggi di soliodarietà sono arrivati al vicesindaco Manuel Magliani dal mondo politico, dopo la notizia delle pressioni ricevute sullo sfondo della vicenda del megadigestore di rifiuti, progetto contro il quale il Comune di Civitavecchia si è battuto, finora con successo.

Per il gruppo consiliare della Lega è stato diffuso questo comunicato: “Esprimiamo profonda solidarietà al nostro Assessore Manuel Magliani, come Gruppo della Lega riteniamo che quanto accaduto debba essere oggetto di indagine da parte della magistratura per manifesta intimidazione. L’inqualificato gesto, con tanto di messaggio scritto, verso l’assessore Manul Magliani è scaturito per la normale  presa d’atto (giustissima) della decadenza della concessione ad Lamer/Ambyenta. Decisione presa alla unanimità da 3 commissioni congiunte. Quanto accaduto e le azioni scellerate messe in atto dai promotori di questo progetto scempio per la nostra comunità ovvero, smaltire i rifiuti organici di parte se non tutta la regione Lazio, per portarlo avanti a tutti i costi è il segno tangibile della giustezza dell’azione amministrativa intrapresa dalla maggioranza di governo. Un progetto dannoso per la città oltre che illegittimo in quanto come sempre detto la concessione che il comune aveva rilasciato era una concessione per la realizzazione di una serie di piccoli opifici sostanzialmente la società Lamer doveva fare da amministratore del bene e quindi realizzare i capannoni da mettere in vendita per poi esercitare la gestione del terreno comunale per il consorzio di imprese, nel caso di più operatori. La singolarità è che di fatto la Lamer ha venduto ad un imprenditore privato un capannone che insiste sulla proprietà del Comune senza che ne avesse ne titolo ne autorizzazione. La mancanza di un contratto di concessione con l’amministrazione ha determinato una decadenza dei titoli. Puro atto gestionale che bene ha fatto l’Assessore Magliani ad attivare tutte le clausole di salvaguardia all’interno della concessione approvata dal Consiglio Comunale. Forse questi signori avranno pensato che se per Totò e Peppino vendersi la Fontana di Trevi fu semplice ..perché non replicare nel comune di Civitavecchia? Per cui Piena solidarietà al vicesindaco e assessore Magliani rassicurandolo che noi non arretreremo di un centimetro nella tutela della salute dei cittadini e del nostro territorio”.

In serata cneh la Lista Tedesco, cui il vicesindaco aderisce, ha fatto uscire un comunicato, anche se meno circostanziato, a firma del corodinatore Mirko Cerrone: “Riteniamo gravissimo quanto accaduto al Vice Sindaco Manuel Magliani. Ogni tentativo volto a colpire più o meno direttamente esponenti politici durante lo svolgimento del loro mandato istituzionale, non può essere accettato in alcun modo. Siamo certi che la magistratura accerterà responsabilità individuali e punirà, come previsto, coloro che hanno commesso reati. Rinnoviamo stima ed apprezzamento all’autorevole rappresentante del nostro gruppo, certi che l’avv. Magliani continuerà a lavorare per il bene della nostra comunità con la convinta determinazione di sempre”.