Dicembre 4, 2022
Megadigestore? Ecco la pietra tombale. L’assessore: “Si farà”
Attualità Attualità Civitavecchia Civitavecchia In evidenza Politica Primo Piano Ultima ora

Megadigestore? Ecco la pietra tombale. L’assessore: “Si farà”

Altro che serbare speranze nella Regione Lazio… Oggi in Consiglio regionale è infatti arrivata quella che è la pietra tombale ad ogni possibile dibattito politico sul megadigestore. Il progetto a Civitavecchia infatti “si farà”: queste le parole fatte risuonare dall’Assessore allo Sviluppo economico della Giunta Zingaretti, Paolo Orneli, in risposta alla interrogazione scritta con la quale la consigliera Francesca De Vito (ex M5s, ora nel Gruppo misto) ha cercato di stoppare l’autorizzazione all’impianto.

Ma ecco il racconto di come è andata dalla stessa voce della De Vito: “Oggi purtroppo non sono riuscita ad evitare ai cittadini di Civitavecchia e dintorni di ricevere un’ulteriore umiliazione dalla Giunta Regionale che, per l’ennesima volta, dimostra di non tenere in alcun conto le richieste e i pareri di chi quei territori li vive quotidianamente. Il tanto temuto biodigestore non solo si farà, come ha risposto oggi l’assessore alla mia interrogazione, ma accoglierà le 120mila tonnellate di rifiuti contro le quali si sono schierati tutti. Un impianto ad oggi sicuramente necessario per togliere dall’impasse il nuovo primo cittadino di Roma e i cui lavori saranno portati avanti sulla base del solo parere positivo rilasciato dalla Conferenza dei Servizi. Tutte le indicazioni fornite dal territorio non sono state prese in considerazione a dimostrare che l’autonomia territoriale era una imposizione esclusiva destinata a Virginia Raggi, allora Sindaca della Capitale . Oggi la Giunta regionale nasconde dietro la creazione dell’ATO della Città Metropolitana un messaggio nemmeno troppo subliminale ai sindaci dei 121 comuni che la compongono, dicendo chiaramente che il problema del conferimento dei rifiuti di 3 milioni di romani, li riguarderà tutti più da vicino”.